Dolente, tremante, ardente

Stamattina acqua bollente e Marlene Kuntz a gridare e a lavare.
Che tutti i beata te e i te lo
puoi permettere e i puoi fare così perché hai i soldi e i non ti manca niente e i sei stata fortunata. Sei stata fortunata.

Che tutta sta roba cui lascio lo spazio per ferirmi è lercia e la mia lotta splende e quello che ho è guadagnato.

Che a tutti arriva quello che si può essere in grado di affrontare. E chi balla, ballerà. E chi guarda, guarderà.

So so so sonica

Svegliarsi e trovare iridi splendenti, le più pulite al mondo, e lì dentro piangere la gioia di questa strada che ancora mi fa tremare le vene per quello che si è dovuto fare per arrivare fino qui.
E ancora avere attimi in cui tutto quanto ancora è troppo grande da portare.

È certo un brivido averti qui con me In volo libero sugli anni andati ormai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...