Cadere

Un anno fa, cadevo.
Un anno fa, al terzo giorno di vacanza, a Bangkok, cado.

Io la vedo la crepa profonda nell’asfalto. La vedo. La vedo mentre ci metto il piede dentro e quello si torce.

Un anno fa davanti al muro del tempio di Wat Pho, cado.
Si ferma il tempo, come ogni volta che si cade.
Cadere é una richiesta di attenzione, un punto nel tempo in cui cadendo hai visto perfettamente. Finalmente cado. Vedo tutto, ricordo tutto.

Il Budda sdraiato di Wat Pho ha degli enormi piedi decorati, meravigliosi.
Quel giorno si solleva un po’ e tira su una manona dorata decorata più dei piedoni.
(nella statua il palmo delle mani mica si vede…é chiaro però che io so che é come dico)
Bellissima, lucente contro il sole. La tira su, verso di me, con quel sorriso lì, lentamente ma molto molto deciso.
“Tu adesso ti devi fermare”.

IMG_4996-0.JPG

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...